Walks of Naples #3: Cinquecento passi al Corso

WALKS OF NAPLES #3: ❝CINQUECENTO PASSI AL CORSO❞
►cosa: “Walks of Naples” #3: cinquecento passi al Corso: passeggiata con visita guidata alla scoperta di un tratto meraviglioso del Corso Vittorio Emanuele II, tra conventi inaspettati, incantevoli panorami, vivaci vicoli e palazzi storici.
►quando: domenica 28 gennaio 2018 | dalle 10:00 alle 12:30
► appuntamento: ore 10:00 all’uscita della Fermata “Corso Vittorio Emanuele” della Funicolare di Montesanto
►chi accompagna:
– Francesca Del Vecchio* di “Itinera Napoli”, storica dell’arte e guida turistica autorizzata dalla Regione Campania
– Michele Del Vecchio di Spazio Tangram – Napoli
►chi può partecipare: tutti
►costo: 10,00€ a persona
►prenotazione obbligatoria al 339.20.291.53 (telefonata, SMS o messaggio WhatsApp) oppure scrivendo ad info@spazio-tangram.it indicando nomi dei partecipanti e recapiti telefonici.
N.B.: ricordiamo che il “parteciperò” all’evento non vale come prenotazione!
► ISCRIVITI AL GRUPPO ❝Walks of Naples | camminate napoletane❞ per rimanere informato sulle nostre passeggiate partenopee:www.facebook.com/groups/WalksofNaples

la dottoressa Francesca Del Vecchio durante le Walks of Naples
la dottoressa Francesca Del Vecchio durante le Walks of Naples

Domenica 28 gennaio continuano le “Walks of Naples”, ciclo di passeggiate per una Napoli insolita e sorprendente, esplorando meraviglie e luoghi noti e meno noti, accompagnati dai fratelli Francesca e Michele Del Vecchio
……………………..……………..

Francesca e Michele Del Vecchio | organizzatori delle "Walks of Naples"
Francesca e Michele Del Vecchio | organizzatori delle “Walks of Naples” | ©ph. Belaeff

*Francesca Del Vecchio: storica dell’arte e guida turistica. Attiva da 30 anni nel campo dello studio comunicazione e gestione dei beni culturali. Abbina passione per l’arte e amore per la divulgazione.
*Michele Del Vecchio: da 10 anni direttore artistico di Spazio Tangram – Napoli, spazio napoletano dedicato alla fotografia ed all’arte contemporanea. Ama creare connessioni tra persone coinvolgendole nella piccola/grande famiglia di Tangram.
……………………..……………..
500 PASSI AL CORSO
Il ❝Corso Vittorio Emanuele II❞, tra le arterie principali di Napoli, è lungo circa 4.500 metri. Noi, in circa due ore e mezza, ne percorreremo a piedi solamente 500. Non a causa di un’insostenibile lentezza, ma perché una tale ricchezza di natura, arte, paesaggio e storia, non ci permetterebbe di procedere più speditamente. E neanche così riusciremo a visitare tutti i tesori che qui, più o meno apertamente, si celano sotto i nostri occhi.

Antico Convento di Santa Lucia Vergine al Monte
Antico Convento di Santa Lucia Vergine al Monte


Nel suo lungo dipanare, il Corso attraversa ben tre quartieri di Napoli: Chiaia, Montecalvario ed Avvocata. Il nostro percorso si focalizzerà sulla parte centrale, dove insiste la stazione Corso Vittorio Emanuele della Funicolare di Montesanto (da cui partirà il nostro tour).

Scale di Montesanto
Scale di Montesanto

Qui il viale taglia la città in due. Da un lato la Città Bassa con i suoi Quartieri Spagnoli, le stradine affastellate, i palazzi convergenti, le chiese barocche, l’umanità più varia. Dall’altro lato, la Città Alta con il Vomero e San Martino, la campagna, l’aria buona, l’abbagliante panorama, le dimore signorili. A fare da baluardo tra due anime contrastanti di una città che è sempre doppia, una cortina di edifici sacri. Uno accanto all’altro. In antico tutti e tre importanti complessi monastici: San Nicola da Tolentino, Suor Orsola Benincasa, Santa Lucia al Monte. Oggi, nella Napoli moderna, evoluti tutti in forme altre.
L’antico convento di Santa Lucia Vergine al Monte, fondato come abbazia francescana nel XIV secolo, ospita oggi nell’ala sinistra una splendida struttura alberghiera, l’Hotel ❝San Francesco al Monte❞. Grazie alla cortese ospitalità dei proprietari, la Famiglia Pagliari, che lo gestisce con amore e passione, avremo modo di visitare l’interno dell’ex monastero.
Il complesso monastico di ❝Suor Orsola Benincasa❞, voluto e promosso dalla Santa alla fine del Cinquecento, è oggi sede dell’Istituto Universitario UNISOB, tra i più vasti del panorama napoletano, si estende infatti su una superficie di circa 33.000 m2.
Il Monastero di ❝San Nicola da Tolentino❞, fondato dai Padri Agostiniani agli inizi del Seicento, ospita oggi, oltre ai monaci Vincenziani, anche ❝Casa Tolentino❞, un B&B gestito da una cooperativa sociale che ha permesso di recuperare un bene che si stava perdendo. Qui potremo entrare, accolti dai giovani che da cinque anni si stanno occupando del recupero e della valorizzazione del complesso.

La terrazza panoramica di Casa Tolentino
La terrazza panoramica di Casa Tolentino

E in questa passeggiata napoletana volta a scoprire luoghi antichi nati a nuova vita, non potrà mancare la visita alla Chiesa di Santa Caterina da Siena oggi sede della ❝Fondazione Centro di Musica Antica Pietà dei Turchini❞, sorta nel 1997 col lo scopo di valorizzare il patrimonio musicale e teatrale napoletano dei secoli XVI-XVIII.
……………………..……………..
N.B.: la Fondazione propone a coloro che parteciperanno a questa passeggiata, un biglietto ridotto per accedere al concerto ed alla mostra di Palazzo Zevallos il cui importo sarà di 7 € (invece di 10,00€). Il concerto, che si terrà proprio domenica 28, tra l’altro è l’ideale coronamento di una passeggiata tra quartieri spagnoli e chiese barocche del viceregno.
Tutte le info sul concerto, qui: http://www.turchini.it/it/concerti-eventi/260/entre_italia_y_espa__a/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *